mercoledì, luglio 30, 2008

allevi


come l'anno scorso stasera sarò all'auditorium a sentire questo ragazzo incredibile, qando suona il piano le sua mani letteralmente volano, è l'unico che mi fa pentire di averlo abbandonato (il piano, lui nemmeno lo conosco anche se è compaesano dei nonni)

9 commenti:

Angie ha detto...

Buon concerto..bel modo per evadere dalla realtà per un pò..
;-)

zefirina ha detto...

con lui l'evasione è garantita e anche l'emozione

Anna ha detto...

Lo ascolto spesso, ho visto anche il suo concerto, qui a L'Aquila.
Bravo e di facile comprensibilità, anche per i profani come me.

Clelia ha detto...

chi è questo ragazzo? vedrai che se ti rimetti davanti ad un pianoforte verdai che suoni anche tu, io non sò suonare neanche il piffero, ma dicono che una volta imparato non si dimentica più... è un pò come andare in bici :)


Clelia.

Franca ha detto...

Quest'anno è il testinonial delle Marche e della Giornata dei marchigiani nel mondo...

BC. Bruno Carioli ha detto...

Buona serata, amica mia.

Elisewinfox ha detto...

Allora, a quando il resoconto del concerto? ;-))

zefirina ha detto...

il concerto è stato bellissimo me lo sono proprio goduto, ma io sono di parte, perchè lui mi piace molto, ho anche letto il suo libro, era molto emozionato per il calore del pubblico e anche olto contento, le sue dita volano sul pianoforte..quando è finito ci ha regalato vari bis, nemmeno lui voleva andare via

marco ha detto...

Ha un grande cuore questo talento, ti lascia dentro qualcosa quando lo senti ...
l'ho conosciuto di persona lo scorso settembre quando è venuto a Pavia per il Festival dei Saperi (!)
E'molto timido ,ma se attorno a sè sente partecipazione si entusiasma , diventa un compagnone e trascorre anche delle ore col pubblico dopo il concerto