martedì, maggio 27, 2008

e li chiamano aiuti umanitari


secondo il rapporto di save the children il personale umanitario internazionale sia delle Nazioni Unite che di altre associazioni non governative che operano in territori di guerra, abusa sessualmente della popolazione locale femminile, in particolari di tre paesi Haiti, Sudan e Costa d'Avorio. Spesso le ragazze sono orfane e si concedono per poter mangiare e sopravvivere, spesso sono vittime di stupri e violenze e la maggior parte è compiuta dai "caschi blu".
Sale una rabbia profonda a leggere il rapporto degli operatori di Save the children, come sempre vige la legge del più forte, come spesso accade è il corpo delle donne ad essere violato, anzi in questo caso è il corpo delle ragazzine, ragazzine che non diventeranno mai donne ma carne da macello.

18 commenti:

Gianluca ha detto...

L'uomo è capace di abissi di orrore..

Francesco ha detto...

Ciao Zefirina, leggere queste cose mi ferisce profondamente. Questi essere umani hanno bisogno di aiuto e invece ricevono torture, torture da chi si crede più forte, ma invece non sa di essre più debole, perchè per sentirsi forte deve prendersela con queste povere persone bisognose di auto. Buona giornata. Francesco

vehuel ha detto...

Grazie per la segnalazione, queste cose si devono sapere. Non dobbiamo perdere la capacità di indignarci.

Gianfranco ha detto...

Forse volevi scrivere:
ALCUNI tra il personale umanitario e ALCUNI caschi blu (che in questi paesi sono spesso originari di paesi vicini).
Su questi argomenti le generalizzazioni e le notizie di una sola fonte vanno approfondite e verificate.
Questo NON per mettere in dubbio la notizia ma per verificarne l'effettiva grandezza e non correre il rischio di buttare il pupo con l'acqua sporca...

Buona giornata.

(f)

zefirina ha detto...

@mi sembrava sottinteso, chi mi conosce sa che non generalizzo quasi mai, comunque lo stesso Onu che ha aperto un'inchiesta indica nel personale delle missioni di pace (alcuni) responsabili principali degli abusi 60 denunuce su 76 (fonte repubblica)

Francesco ha detto...

c'è una cosa per te nel mio blog, leggi il post Premio ricevuto.

Ciao

Francesco

Franca ha detto...

Gran brutta notizia!
Ma, purtroppo, non è la prima volta che "alcuni" caschi blu si macchiano di queste colpe.
C'è qualcuno che ricorda la missione italiana in Somalia?
E lì non erano truppe di paesi limitrofi, erano le nostre, quelle della civilissima Italia!

zefirina ha detto...

grazie francesco ho messo il banner e linko l'autore del premio e lo rigiro a tutto il blogroll come già detto se li seguo è perchè mi piacciono

zefirina ha detto...

memepremio

senza distinzione alcuna ve lo rigiro, fate voi....

zefirina ha detto...

franca secondo me tendiamo sempre a rimuovere, come se noi italiani fossimo stati e ancora lo siamo
tutti "buoni"

non è questione di razza, religione
la violenza si annida ovunque

Franca ha detto...

P.S.

Per la visita a Roma ti ho risposto da me.
Se vengo ti avviso, contaci!

angelo ha detto...

Purtroppo da sempre all'interno delle missioni umanitarie si annidano personaggi di questo genere. Non bisogna scandalizzarsi più di tanto, anzi, il fatto che vengano scoperti e denunciati è segno che la vigilanza esiste ed è attiva.
La mia paura è che queste denunce indeboliscano il sostegno alle missioni umanitarie, che sono essenziali per cercare di alleviare le sofferenze di tante popolazioni sradicate dalla guerra.
Le violenze private si possono e si debbono combattere con la polizia, quelle degli Stati che deliberatamente sconvolgono l'esistenza di intere regioni per lotte di potere o interessi politici spesso hanno il beneplacito dell'opinione pubblica internazionale.

pOpale ha detto...

ci sono volte che mi vergogno di essere un "essere umano"

Clelia ha detto...

Il lupo cattivo esiste!!!! A volte si trasforma in agnellino. E' inaudito, disumano... maledetti! Scusa per il commento un pò troppo personale ma certe cose mi fanno veramente arrabiare... anzi incazzare, e scusa ancora il francesismo!



Clelia

zefirina ha detto...

angelo solo se non ci ragioni sopra, se qualche mela marcia c'è non significa che bisogna buttare tutto il raccolto

ok franca vengo a leggere

pop e clelia incazzarsi, vergognarsi è liberatorio in questi casi

Alberto ha detto...

Angeli, o quelli che dovrebbero essere angeli, che diventano diavoli.

marco ha detto...

ogni volta si parla di missioni di pace e di aiuti umanitari e ci si riempie la bocca e ogni volta la cronaca poi smentisce e ci butta in faccia tutte le nostre menzogne , ma la cosa peggiore è che cominciamo ad abituarci ...

Pellescura ha detto...

Non ho parole...