venerdì, novembre 16, 2007

il titolo non c'è

sto ripensando a quelle due notti e a quei due giorni che mi sono presa di vacanza dalla mia vita reale, sono scappata e mi sono rifugiata in un'altra dimensione spazio-temporale, perchè a me è sembrato che fosse così: girare per Roma in motorino, fare la turista per caso, andar per mostre, cenare in una tipica trattoria romana e poi il giorno dopo passeggiare a piedi nudi sul lungomare in una tiepida giornata invernale, pranzare con un gelato megagalattico, guardando il mare con la musica lounge di sottofondo e i racconti di una voce diventata improvvisamente e imprevedibilmente nota ma soprattuto cara.
Adesso mi sembra di aver sognato, è passata una settimana ma sembra ieri, sono stati solo due giorni ma il tempo si è così dilatato che mi sono sembrati un'eternità.

14 commenti:

Pispola ha detto...

bella roma... li farò anche io prima o poi due giorni così!!!
Thanks... il primo commento te lo aggiudichi tu!!!
Bacio

zefirina ha detto...

grazie

digito ergo sum ha detto...

Cosa c'è di più fantastico dell'incollarsi in una pagina di vita di cui si aveva bisogno? Un abbraccio

daniela ha detto...

Che bello. Ma la voce diventata improvvisamente cara è quella di un lui? Sì, sono indiscreta e curiosa. :-)

S.B. ha detto...

Anche io sono curioso :-)

Alberto ha detto...

"La bellezza è negli occhi di chi guarda", si dice. ;-)

Un abbraccio turistico :-)

zefirina ha detto...

claro que si

Franca ha detto...

Succede quando si sta bene e in pace con se stessi e il mondo

Giovanna Alborino ha detto...

leggendo il tuo post mi sono immedesimata...le stesse cose che facevo io spesso prima di sposarmi, tranne a piedi nudi in spiaggia

marce ha detto...

Come giovanna, solo che io le faccio dopo sposato.... ehm.... E' capitato anche a me di regalarmi "una botta di vita". Fa bene... credetemi... fa veramente bene.... Magari ne racconto una sul mio blog.....adesso ci penso.... un abbraccio.

Marco ha detto...

Bello assaporare la vita in piena liberta',anche io quando posso mi dedico qualche spazietto per me, e lo faccio andando a giro in moto scoprendo posti e profumi incantevoli.
Ciao
Mark

zefirina ha detto...

io le faccio quando mi gira, nel senso che ho proprio bisogno di ritagliarmi uno spazio mio a volte sola a volte in compagnia e l'ho sempre fatto sia da signle che sposata, e anche i figli lo sanno bene, ogni tanto mi devono lasciare andare che altrimenti soffoco...divento irritabile e non tanto simpatica....
e poi a piedi nudi nel parco
a piedi nudi sulla sabbia
il mare di inverno
la pineta d'estate
la montagna quando nevica
la campagna al primo fiorire

ahhhhhhhhhhhhhh

òmark come ti invidio benevolmente, ho deciso che fra un po' mi faccio la moto...vado a fare un corso di guida veloce, non che io guidi piano ma moto vere e proprie non ho mai portate

ehm franca non sono tanto in pace con me stessa, con il mondo credo, ma ci provo lo stesso a godermi la vita

zefirina ha detto...

ohi benvenuti giovanna e mark

mi sa che mitocca leggere il bon ton dei blog anzi mo lo posto

Marco ha detto...

^^ se ti prendi la moto ti dico subito un po di posti da visitare, da lasciarci gli occhi :)
grazie per il benvenuto e il post!

Mark