venerdì, agosto 31, 2007

per favore non scherzate con il fuoco

la terra qui intorno continua a bruciare da tre giorni, ogni giorno il fuoco si avvicina sempre più pericolosamente al paesello, è il vento che lo spinge e lo alimenta, oggi mentre andavo verso Ascoli in un primo momento avevo pensato che il tempo era peggiorato vedendo tutti quei nuvoloni neri sul cielo, ma poi guardando meglio mi sono accorta che c'era un riflesso rosso tra le nuvole e girando lo sguardo al monte ho visto la lingua di fuoco che come una strada ne costeggiava tutto il dorso, sembrava quasi di assistere alla sciarra del fuoco, c'era un sacco di gente assiepata lungo i bordi della salaria, qualcuno scattava l'immancabile foto con il cellullare, a me è sembrato un'ulteriore offesa, vero è che il fuoco dà spettacolo ma guardando bene si vedevano già le scottature, le ferite di alberi e terra, io che mi sono ustionata da piccola, so che non guariscono in fretta ci vogliono anni e anni e mi è venuto un groppo in gola, il piccolo elicottero che pescava acqua dal Tronto sembrava impazzito nel suo andirivieni.
Non so se anche questo incendio sia doloso, ma non è poi così bello da vedersi.... mi piace il fuoco, mi piace lo scintillio delle fiamme ma dentro un camino, in un falò su una spiaggia, allora si che mi affascina e posso restare le ore a guardarlo e a lasciar vagare in libertà i pensieri, in questi casi mi mette allegria, in tutti gli altri no.

9 commenti:

skakkina ha detto...

Magari ti ascoltassero, Zefi...ci ha provato pure il Papa....vabbé che forse in quanto a popolarità stai messa meglio tu...
Che brutta estate, questa....e quanto è orribile sentire un diciassettenne che confessa dicendo "sì, ho appiccato il fuoco: volevo provare un'emozione". Ti senti combattuta fra il prenderlo a calci nel culo o indagare quanto possa essere vuota e priva di senso la vita di un individuo che ha bisogno di emozionarsi distruggendo, uccidendo...

Ed ha detto...

Mi credi se ti dico che ho pensato a te quando al GR1 delle 13 ho sentito che i dintorni di Ascoli bruciavano? Avevo letto il tuo post precedente e non so...
Credo che ci sia un disegno ormai a livello esteso (vedi la Grecia) e bisogna punire i colpevoli e impedire che i luoghi bruciati possano diventare edificabili.
Ciao. Un abbraccio.

Gianfranco ha detto...

Hai letto il mio post e sai che capisco quello provi.
quello degli incendi è un problema grave e che purtroppo esiste da decenni e non solo al centro sud.
Credo nn si basi solo su speculazioni, ma anche e sopratutto sull'ignoranza. La speculazione nn è così difficile da combattere...se lo si vuole. Dell'ignoranza, invece, ho più timore.
Il maltempo che in questi giorni era al nord si sta spostando al centro sud. Speriamo porti acqua anche da quelle parti.

(f)

Alberto ha detto...

Purtroppo sono fiamme che sanno d'inferno, soprattutto per quei delinquenti che per pochi euro in più hanno scelto la delazione indiscriminata. :-/

Che Dio li perdoni.

Un abbraccio indignato :-)

astralla ha detto...

Zefi...hai raccontato con le parole i sentimenti di tanti attorno a te...
E' un delirio e una bestemmia..l'incendio doloso...poichè è una grande violazione dell'essere uomini piccoli davanti alla natura. E' una lacrima fissa quella che scende lenta nel mio cuore.

Galadriel ha detto...

ma che ti ascoltassero cara!

zefirina ha detto...

non so se sia vero, le chiacchiere di paese dicono che la colpa/causa degli incendi intornoad ascoli e che sono arrivati fino a mozzano siano i..... pomodori.... o meglio del fatto che due contadini non sono riusciti a controllare il fuoco che avevano acceso per mettere a bollire le bottiglie di pomodoro fatte in casa. Anche la distrazione fa danni, stavamo giusto ricordando con mio fratello Max, (e forse ve l'ho già raccontata) di quando giovincelli per fare una sorpresa a mia madre e levare le erbacce a Baschi abbiamo pensato bene di dare fuoco al campo, ovviamente il fuoco ci è per così dire scappato di mano, e se non arrivavano i contadini del vicinato avevamo bruciato anche il casolare.... in effetti per mia madre è stata proprio una bella sorpresa!!!
dopodichè abbiamo imparato che il fuoco si accende solo a determinate ore e non in tutte le condizioni temporali, che va guardato a vista e soprattutto va acceso da persone esperte, ah ho imparato anche che per sbarrare la strada al fuoco a volte è utile fare un controfuoco, dove è già bruciato non attecchisce

lasposina ha detto...

Mamma, ho visto delle scene da Inferno, nubi tremende che si alzavano tutte sopra la montagna di Ascoli, faceva un bel po' impressione. Il tg diceva che proprio ieri era stato arrestato un uomo, pieno di taniche, di alcool e di milioni di fiammiferi. Che schifo, per fortuna noi ora viviamo in un paese che ha un governo parallelo a quello normale che si occupa del problema dell'acqua e delle tematiche relative. Qui sono veramente attenti alla natura, altrimenti l'Olanda non potrebbe essere presente nelle cartine dell'Europa.

marco ha detto...

mi sa che tutti abbiamo fesserie di gioventù da raccontare sull'argomento ... a volte il fuoco è pericoloso anche dentro un camino