martedì, luglio 03, 2007

Μωρίας Εγκώμιον


ieri sera ho visto il film Follia tratto dal libro di Patrick McGrath, ha già scritto qualcosa lophelia io aggiungo solo che mi ha colpito la frase di Stella in una delle ultime scene (non vi dico quale scena chè se non avete letto il libro vi svelo il finale): "lasciatemi sola" .
elogio della follia mi è tornato in mente anche questo libro

11 commenti:

lophelia ha detto...

proprio poco tempo fa avevo pensato di rileggere l'Elogio...la follia aleggia sui nostri blog, come una sorta di nume tutelare;-)

zefirina ha detto...

si è vero, allora diciamo che abbiamo messo su una bella cerchia di amicizie "folli"
sai ho un piccolo avviso qui in ufficio, l'ho ereditato dalla vecchia stanza dove lavoravamo giovanissimi in 5, chissà perchè l'hanno lasciato proprio a me e dice:
Pour Travailler Ici
Vous n'Avez Pas
Besoin d'Etre
FOU,
Mais Ca Aide

Alberto ha detto...

La traduzione è "per lavorare qui non vi serve altro che essere PAZZE", giusto?
(il mio francese è parecchio arruginito... :-/ -ndr)

La solitudine è già di per sé una forma di follia, ma purtroppo è anche l'unica pratica possibile per imparare a sentire sé stessi...

Sola o non sola, io comunque sono qui! ;-)

Un abbraccio affollato :-)

Ed ha detto...

Il libro mi era piaciuto moltissimo. Ora cercherò di vedere il film.

Gianfranco ha detto...

anche il mio francese è arruginito, ma io la tradurrei così:

Per lavorare quì nn serve (voi nn avete bisogno di) essere pazzi...ma questo aiuta

^__^

Gianfranco ha detto...

dimenticavo..
nn ho letto il libro ne ho visto il fim.
Lessi un secolo fa il "libricino" di erasmo e credo sia ancora in una delle librerie.
Dopo controllo e magari lo rileggo.

Galadriel ha detto...

è sulla lista da quelli da leggere.me lo consigli?

lucia ha detto...

mi aggiungo in coda per la lettura del libro. Quest'anno in valigia metterò solo libri. Poi se avrò freddo, una pagina d'autore mi riscalderà.

zefirina ha detto...

lo consiglierei galadriel solo a stomaci forti, non perchè ci siano scene pulp ma perchè è molto drammatico e sconvolgente, specie per una donna perchè parla di come a volte noi donne ci annulliamo, diventiamo folli per amore...
gli altri suoi libri non mi hanno entusiasmato allo stesso modo

titty ha detto...

non ho letto ne libro ne ho visto il film ma ne vale di piu il libro o il film?

MusEum ha detto...

Ho amato molto il libro, ma non so se andare a vedere il film...

Mentre leggevo i fotogrammi uscivano fluidi dalle pagine di McGrath e si fissavano nella mia mente, come fossi spettatrice silenziosa, nascosta in un angolo a sbirciare vite non mie.