mercoledì, giugno 13, 2007

le stagioni dell'amore



di solito sono convinti che le persone si separano perchè una si è stancata dell'altra, per propria volontà o per volontà dell'altra persona. Ma non è così. I periodi finiscono, come cambiano le stagioni. Semplicemente. E' una cosa su cui la volontà individuale non ha nessun potere. Viceversa, si ha la possibilità fino a quando verrà quel giorno, di godere di ogni momento.

da H/H (Banana Yoshimoto)

3 commenti:

alberto ha detto...

Ti mando anche questo pensiero sull'amore, che mi piace molto....Ciao
"L'amore è come l'acqua che scorre: sempre nuovo, sempre in
movimento, non lo si può fissare e non lo si ritrova mai nello
stesso luogo. È possibile soltanto seguirne le tracce
percorrendo i luoghi che ha attraversato e che per un momento ha
abitato.
Incontrate un uomo o una donna, e nei pochi minuti durante i
quali restate in sua presenza, il suo sguardo, la sua
espressione e il suo sorriso riempiono il vostro cuore d'amore.
Una settimana, o anche soltanto il giorno dopo, incontrate di
nuovo quell'uomo o quella donna, e siete stupiti di non ricevere
e di non provare più niente. Il fatto è che l'amore, che avevate
intravisto allora, ha viaggiato e non c'è più. L'amore è una
quintessenza troppo sottile perché possa essere fissata. Siete
voi che dovete partire alla sua ricerca."

Sono rari gli uomini e le donne che sanno amare. Ecco perché,
anche quando pensano di avere trovato ciò che essi definiscono
"il grande amore" sono infelici. Infatti, l'amore non consiste
nel concentrare tutta la propria attenzione su un uomo o su una
donna; limitandosi così, ci si impoverisce. Per amare veramente
dovete essere capaci di includere nel vostro amore per un
essere, l'amore per l'Universo intero, per tutte le creature,
per tutta la Creazione, dalle pietre sino alle stelle; solo così
riverserete dei tesori nell'anima dell'essere amato. Dire ad uno
uomo o ad una donna " Io non amo che te " non è così vantaggioso
per quell'essere; al contrario, è il modo più sicuro per
impoverirlo, poiché non potrete offrirgli nulla con il vostro
amore, se il vostro cuore non sarà già pieno d'amore per altre
creature."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

marco del colle ha detto...

è veramente ad hoc un nostro proverbio che dice :
" l'àsi e al pùlon
ognùn a gà la sò stagiòn "
trad.:
c'è la stagione degli asini e quella dei tacchini ed ognuna è ben distinta ...
ovviamente questo può dar luogo a diverse interpretazioni , gastronomiche e non ...
:-D
un altro adagio che si può adattare a questo post sarebbe :
" Dio li fa poi li accompagna ...
un maccherone e una lasagna "
in questo caso l'unione tra due anime perse promette di durare...
:-/

titty ha detto...

belle parole però quando finisce una storia non si riesce a reagire sempre cosi bene...!!!