martedì, giugno 12, 2007

il centro dell'universo



Il tuo corpo è stato per me, il centro dell'universo.
Non mi importa chi sei. Mi basta che tu esista.
Non mi importa che non possa amarti per tutta la vita;
un po' più a lungo forse, sarebbe stato bello.
Ho sentito il tuo piacere come se fosse il mio,
ho goduto del tuo piacere come del mio.
Ho amato il tuo corpo come il mio.

da I 12 abati di Challant (Laura Mancinelli)

2 commenti:

marco di collina ha detto...

Alberto mi spiace :)
questo post sembrerebbe l'anticipazione del precedente (mi si perdoni il gioco di parole)
ogni inizio ha sempre note forti ....... poi l'inizio inevitabilmente finisce .... purtroppo

zefirina ha detto...

in effetti ci stanno bene uno dopo l'altro o uno prima dell'altro, io l'ho sentito come un augurio per il futuro....