mercoledì, maggio 16, 2007

hamman

dietro sollecitazione di Titty e Rodo vi racconterò dell'hamman:

non era la mia prima volta, già aveva fatto questa esperienza a Marrakesh nell'albergo dove alloggiavamo e poi a Roma in questo posto molto accogliente anche se un po' caro, non ho mai capito perchè tutto ciò che riguarda la cura e il benessere del corpo ha un prezzo elevato e di conseguenza alla portata di pochi "fortunati", e non parlo solo di estetica.
La sera che siamo arrivate a Wadi Mousa, il paese che sorge vicino a Petra, eravamo veramente cotte per cui l'idea di un bagno turco ci attirava molto, anche l'albergo dove alloggiavamo (il Marriott ) disponeva di un hamman ma la guida ce ne ha consigliato uno più caratteristico e a buon mercato, il posto non sembrava un granchè mi ha ricordato certi film dove l'ignara e ingenua turista si ritrova in situazioni improbabili, un tipo ci ha accompagnate nel reparto riservato alle signore e ci ha lasciato nelle mani delle addette all'hamman, per fortuna ci era venuto in mente di portarci il costume, perchè essendo il posto molto spartano non avevano a disposizione nè ciabattine nè slip usa e getta, ma solo varie ciabatte di plastica e costumi a uso comune, devo dire che la mia "disponibilità" non arriva a tanto (ad indossare altrui indumenti) . Paese che vai, usanza che trovi qui l'hamman si fa così: ci hanno fatto entrare in una specie di celletta claustrofobica con una panchina di marmo, la temparatura ha raggiunto presto livelli insopportabili, il vapore era un po' troppo forte per i nostri gusti e infatti abbiamo resistito meno del solito, poi ci hanno portate in un'altra stanzetta con due lettini di marmo per farci lo scrub, a me è capitata una robusta ragazza canterina e ciarliera, ma io non ho capito un'acca di quello che mi ha detto e mi può aver detto di tutto la suddetta ragazza essendo alquanto robusta mi ha sconocchiato per benino, lì il massaggio lo fanno insaponandosi le mani e insaponandoti altrettanto per benino a te, dopodichè ti gettano una bella secchiata di acqua gelida, che tu pensi ora ci rimango secca (difficile nel mio caso!!!) e poi forse perchè hanno pietà di te finiscono con lo sciacquarti con una doccia tiepida!!!
Poi come di rito ci hanno offerto un ottimo tè aromatizzato e coi capelli ancora bagnati siamo tornate in albergo.
Non posso dire che sia stato proprio rilassante come le altre volte, piacevole forse sì.

p.s. l'annotazione dei capelli bagnati è indicativa del fatto che pare ... dicono... così c'era scritto sulle cose da non fare, pare che per gli arabi se una donna va in giro con i capelli bagnati è sconveniente, perchè sta a sinigificare che la suddetta abbia appena consumato un rapporto intimo... la scostumata......

8 commenti:

Henry ha detto...

adoro l'hammam, il tepore, il massaggio ai limiti dello "sconocchiamento", il relax.
la tua descrizione mi ricorda molto la mia esperienza in marocco. il luogo spartano, l'intimita' molto naturale con gli altri avventori, le mani enormi del vecchio, magrissimo, che si prese cura di me rischiando di spezzarmi un braccio.
dopo mi sentivo come rinato.
dovrei farlo piu' spesso!

zefirina ha detto...

si infatti anche io mi riprometto di andarci almeno una volta al mese e poi non ci riesco

titty ha detto...

grazie mille x il post ero curiosa di sapere se hammam che ho provato io a milano era uguale a come l'hai provato tu li a petra...!!!molto spartani meno male che avevi il tuo costume..!!!!quando dici secchiellata di acqua fredda a me invece è capitata tiepida sennò avresti sentito il mio ulro..!!!
e quello al marriott quindi non l'hai provata?comunque mi piacciono questi trattamenti..!!ci sono già andata due volte quest'anno..!!!

rodocrosite ha detto...

Mi sembra di capire che non ti abbia totalmente soddisfatta. Non eri rilassata già dall'inizio, non ti fidavi del tutto e poi mi hai trasmesso un'idea di sporco. No, non ci sarei stata a mio agio neanch'io.
Riprovaci, ad Arte è andata meglio a Istambul.

zefirina ha detto...

forse dato che le esperienze precedenti erano invece andate benissimo diciamo che le aspettative erano troppo alte e come per tutte le aspettative troppo alte è successo che sono rimasta delusa!!!

lasposina ha detto...

a me a Istanbul, è andata così così, cioè tutta la procedura fichissima, anche se mi aspettavo per il prezzo pagato prodotti migliori, ma quando è arrivato il momento di lavarmi i capelli, a me che vengono i nodi appena c'è un microgranulo di acqua nell'atmosfera, è successo un disastro, della serie, appena tornata a roma, me li sono dovuta tagliare perchè me li aveva praticamente bruciati...la donnona turca c'è andata giù pesante...ma vabbè!! per il resto, bellissimo, acqua calda e acqua fredda, un'intimità da harem, non so, ha il suo fascino...!
Ma il meglio, senza scrub e peeling, ma solo vasche è stato un bel po' id tempo fa a Budapest, nelle terme più vecchie e famose e stupende di Buda.

rodocrosite ha detto...

Ecco, la vasche antiche di Buda mi ispirano.

marco ha detto...

l'hammam ? pensavo fosse un posto dove si mangia :)