domenica, giugno 18, 2006

maledetta domenica

la domenica è il giorno della settimana che più detesto, da una vita, i perchè sono molteplici: è il giorno della "festa", un tempo dalla scuola ora dal lavoro e sembra che ci si debba riposare o divertire quasi per forza, ma è anche il giorno che precede il ritorno alle occupazioni di tutti i giorni (scusate il gioco di parole), se sei partita di solito è il giorno che devi tornare a casa, anche se spesso proprio per non intristirmi torno di lunedì, era il giorno delle partite di calcio, quando ero sposata con un tifoso, e quindi se la squadra del cuore giocava in casa non si poteva fare niente, tutto il pomeriggio bloccato, era il giorno del cinema quando ero adolescente, ma sempre sempre mi ha messo addosso una certa malinconia, a partire dalle prime ore del pomeriggio, la sensazione che qualcosa stava per finire mi pesava addosso, il sabato è diverso hai ancora qualche aspettativa, hai ancora un giorno davanti da immaginare....
il giorno che mi piace di più è invece il giovedì, forse perchè sta in mezzo alla settimana, il giovedì mi sa di giorno burlone, di serata divertente, di sorprese, non so perchè, forse perchè un tempo il giovedì frequentavo un cinecircolo con un amica, e poi ci prendevamo la serata libera, (come le domestiche ci diceva qualche spiritosa/o), e spesso mi capitava di organizzare cene o uscite con le amiche proprio in quel giorno lì....

Peperoncino spezia del rosso giovedì
giorno della resa dei conti.
Il giorno che ci invita a
prendere il sacco della nostra
esistenza e a rivoltarlo completamente.
Giorno di suicidi. Giorno di assassini.

da La maga delle spezie (Chitra Banerjee Divakaruni)

4 commenti:

il massimo dei micheli ha detto...

per me invece il giovedì è un giorno moscio, lo associo con i quiz (mi sa che Mike Bongiorno andava in onda proprio il giovedì)... il giorno che preferisco è il venerdì: scatta la movida, le serate nei locali sono le migliori, ti puoi stonare fino all'alba,andare al mare, dormire sul lettino e risvegliarti distrutto dal mal di testa in mezzo alla carne umana arrostita dal sole di mezzogiorno. Eppoi, di rigore la sera soft, evitare i quartieri affollati dalla plebe del saturday night fever, cenetta con amici, si può tirare tardi, tanto poi c'è la domenica, ti svegli quando vuoi, anzi non ti alzi dal letto per tutto il giorno, leggi, oppure una maratona di dvd, a meno che qualche amico pervicace non ti smuova da lì per un cinemino in prima serata...

zefirina ha detto...

ma che moscio e moscio, per l'appunto i quiz del mike non mi sono mai piaciuti e quindi ho sempre cercato qualcosa di meglio da fare, ma il giovedì non era anche la serata dei giochi senza frontiere?? non ce li lasciavano mai vedere perchè il giorno dopo c'era la scuola...

Danielo de Danilis ha detto...

non vedevate giochi senza frontiere???? e no e no e no. un cult. il mio giorno preferito è il mercoledì, perchP si è riposati dal we e si è pronti per affrontare il successivo.
ciao
D

la sposina ha detto...

allora d'accordo su tutto con massimo dei micheli ma nn è che sei parente di gianni de michelis? e per vergongna storpi il nome? mah! cmq giovedì tristo, mercoledì=cinema. quindi figo venerdì meglio ancora sabato anche se inizia già la malinconia della domenica che mi rende pure a me mannaggia ai legami sangro-affettivi di un apatico, noioso e palloso assurdo.